Appia Antica e l’inquinamento del Fosso del Cipollaro: la denuncia del Circolo Legambiente Appia Sud “il Riccio”

Di seguito pubblichiamo la nota con cui il Circolo Legambiente Appia Sud “il Riccio” denuncia l’inquinamento del Fosso del Cipollaro, tra il IX° e il X° miglio della Via Appia Antica –

Come ben noto la Via Appia Antica, nel tratto ricadente nel Comune di Ciampino, tra IX e X miglio, è tagliata dal cosiddetto “fosso del Cipollaro”. Che tale fosso, da anni, sia oggetto di sversamenti abusivi è un fatto acclarato, ma la fitta vegetazione nell’alveo ha sempre reso pressoché impossibile individuare l’origine topografica e conseguentemente la causa degli sversamenti.

La pulizia dell’alveo effettuata in queste ultime settimane dal Comune di Ciampino per il progetto di valorizzazione della Via Appia Antica approvato nel 2017, ci ha permesso di individuare precisamente l’origine dello sversamento di acque nere da scarichi fognari. Si tratta di un tubo che fuoriesce dalla parete dell’alveo pochi metri dal ponticello sulla via Appia Antica e ad oggi, risulta il solo scarico inquinante individuabile, in quanto a monte di questo, l’alveo risulta secco.

Nei giorni scorsi abbiamo segnalato l’origine di tale scarico agli enti di tutela competenti allo scopo di provvedere prima possibile alla risoluzione del problema, ora che è nota l’origine precisa. Lo scarico risulta continuo come apprezzabile anche dal video di seguito.

Tale sversamento, da tempo, rende insopportabile il passaggio o il semplice sostare in questo tratto di Appia Antica per turisti, camminatori e ciclisti a causa degli effluvi provenienti dalle acque fognarie stagnanti. Inoltre costituisce un fattore inquinante per le aree agricole produttive a valle del suddetto ponticello, in quanto attraversate dal fosso in questione.

Seguiremo a vicenda da vicino pubblicando su questa pagina i vari aggiornamenti.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*