11 giugno San Barnaba Apostolo: festa del patrono di Marino

Torna l’appuntamento tanto atteso per celebrare San Barnaba Apostolo, compatrono di Marino insieme a Santa Lucia il 13 dicembre. Un programma di festeggiamenti in onore del Santo che vedranno diverse iniziative oltre al tradizionale cartello religioso con la solenne celebrazione eucaristica di martedì 11 giugno alle ore 18,00 nella Basilica di San Barnaba Apostolo presieduta da Sua Eccellenza Monsignor Vincenzo Viva, Vescovo della Diocesi di Albano e, a seguire, la storica processione con la Reliquia del Santo alla quale prenderanno parte come da tradizione anche le Confraternite e il Concerto Filarmonico “Enrico Ugolini”.
Nella giornata dell’11 le principali attività a partire dalla cultura con il concorso di pittura “Scorci di Marino” – MarinoArt presso la Sala Lepanto, realizzato dall’Associazione Tantrapop. Nell’Aula Consiliare di Palazzo Colonna, si terrà invece la cerimonia dell’Albo D’Oro per gli atleti campioni nel 2023 e l’istituzione della Squadra D’Oro che sfilerà durante la processione pomeridiana. Nel pomeriggio presso Corso Trieste, sarà possibile visitare la mostra di pittura “Marino Città d’Arte”, a seguire gli alunni del corso a indirizzo musicale dell’I.C. Marino Centro Plesso Carissimi, presso il Cortile di Palazzo Colonna daranno vita al Concerto “Orchestra giovanile G. Carissimi”, alle 17.30 sarà la volta della “Passeggiata musicale” che partirà da Villa Desideri a cura del Concerto Filarmonico “Enrico Ugolini”. Il corteo istituzionale sarà accompagnato nella Basilica dal Dono dello Stendardo a cura dell’Associazione Arte e Costumi marinesi. Dopo le celebrazioni religiose, si terrà in Piazza San Barnaba la premiazione del Concorso di Pittura estemporanea “Scorci di Marino” e il concerto Art& Jazz Band, a cura dell’Associazione Europa Musica che chiuderà la lunga giornata di festeggiamenti.
Si ricorda che in occasione dei festeggiamenti del Santo Patrono verranno effettuate delle modifiche alla viabilità consultabili nell’ordinanza n° 139 in allegato al presente comunicato.
“Le celebrazioni per il Santo Patrono sono ovviamente concentrate nel giorno dell’11 giugno ma già da questo fine settimana avremo modo di entrare in un’atmosfera di raccoglimento con la presentazione del libro sulla figura di Monsignor Grassi che ha toccato le parrocchie del territorio per concludersi proprio presso la Basilica di San Barnaba. Anche quest’anno vedremo l’allestimento dei drappi su Corso Trieste che sono tornati a far parte della nostra tradizione sottolineando la solennità di questo importante appuntamento sentito da tutti i cittadini” – è il commento dell’Assessore al Turismo e Spettacolo Roberta Covizzi.
L’Assessore alla Cultura Pamela Muccini ha sottolineato: “Immancabile durante questo importante appuntamento è il rapporto con l’arte rappresentata dal concorso artistico che attraverserà i vicoli del centro storico e la mostra di pittura e fotografia ‘Marino Città d’Arte’, ma già dal 7 giugno sarà fruibile presso il Museo Civico l’esposizione della rassegna dal titolo ‘Visioni Evocative’. Anche la musica trova spazio con il solenne concerto nella Basilica di San Barnaba di sabato 8 e martedì 11 in Piazza San Barnaba sarà la volta di una voce unica che concluderà la giornata dei festeggiamenti, un momento unico, ricco di emozioni sempre molto apprezzato”.
Il Vicesindaco e Assessore allo Sport Sabrina Minucci ha aggiunto: “San Barnaba è la ricorrenza che tutti noi marinesi sentiamo forte nel cuore e quale occasione migliore per festeggiare sotto la protezione del Santo i nostri campioni dell’Albo d’Oro che si sono distinti per meriti importanti nel 2023. Novità assoluta sarà l’istituzione della Squadra d’Oro composta da tutte le nostre eccellenze sportive che da quest’anno sfilerà durante la processione a rappresentare l’impegno verso la nostra città”.
Queste le parole del Sindaco Stefano Cecchi: “San Barnaba è il nostro Patrono e insieme a Santa Lucia rappresentano i due fondamenti della nostra comunità. Una forte radice che si rinnova ogni anno nel ripetersi delle nelle nostre tradizioni, con le celebrazioni religiose, la festa, i momenti conviviali della comunità. Ringrazio tutti coloro che partecipano attivamente all’organizzazione di questa importante ricorrenza per non perdere nel tempo ciò che ci rappresenta, la nostra fede e quello che abbiamo il dovere di tramandare nei sentimenti di appartenenza alle giovani generazioni”.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*