Claudia Ciceroni: un medico in corsa per il Consiglio Comunale il 3-4 ottobre a Marino

La dott.ssa Claudia CICERONI, nata 46 anni fa a Frascati, è sempre vissuta a Frattocchie con la sua famiglia e rappresenta un’eccellenza nel settore sanitario. Laureata in Medicina e Chirurgia all’Università di Tor Vergata in Roma, ha conseguito, sempre con i massimi voti, anche la specializzazione in Chirurgia Generale e d’Urgenza. Mentre avviava esperienze lavorative nel campo medico ha conseguito ulteriori attestati professionali ed un Master di II livello in Medicina Estetica. Ha operato professionalmente presso l’Istituto Neurotraumatologico Italiano (I.N.I.) e presso la clinica Addominale in Roma. Ha lavorato anche all’estero, in Zanzibar ed in Tanzania per fornire assistenza medica alle popolazioni locali. Rientrata in Italia ha svolto vari incarichi sempre più rilevanti nella Medicina d’Urgenza, operando professionalmente presso l’Aurelia Hospital, il Policlinico Casilino e l’Ospedale di Latina S. Maria Goretti. Ha ricoperto fino al 2021 l’incarico di Dirigente Medico presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale di Frascati. E’ membro del Comitato Tecnico Scientifico di Protezione Civile per l’emergenza COVID19 presso il Comune di Marino a cui presta, a titolo gratuito, la sua consulenza e competenza in ambito sanitario dal 2020. 

Questo il suo ampio e prezioso Curriculum.

Ho scelto di aderire alla Lista delle formiche” precisa la dott.ssa Claudia Ciceroni “per l’accoglienza, l’apertura e l’onestà morale e intellettuale delle persone che la compongono. Per l’attenzione al benessere dell’individuo, che deriva dalla cura e dalla salvaguardia dell’ambiente, dalla lotta all’inquinamento acustico, dall’ampliamento dei servizi, dall’attenzione alla scuola, allo sport, alla socializzazione e da una comunità presente e attenta ai bisogni delle persone più fragili. Vorrei dare il mio contributo allo scopo di migliorare l’accesso dei cittadini alla Salute, per far aumentare i servizi di prevenzione, diagnosi e cura sul nostro territorio, quale bene primario della Società Civile“.