Ricostituito PCI Castelli Romani

— Luca Battisti PCI nazionale © Tutti i diritti riservati dall'autore. Vai al sito originale.

Pubblichiamo comunicato del PCI dei Castelli Romani

Si è svolta sabato 8 ottobre presso la sezione “Antonio Gramsci” del PCI di Lanuvio-Campoleone la conferenza organizzativa della Federazione “Castelli Romani” del PCI. Un’assemblea molto partecipata che ha visto la presenza di decine di compagne e  compagni provenienti da tutti i centri castellani di riferimento della federazione.

A guidare il Congresso che ha ricostituito la Federazione PCI ai Castelli, il Presidente dell’Assemblea Andrea Sonaglioni, consigliere comunale di Ariccia, il segretario uscente della federazione Giovannino Sanna e l’ex segretario regionale, ora membro della segreteria nazionale del PCI, Luca Battisti.

Molti gli interventi che hanno caratterizzato la conferenza, a partire da Giovannino Sanna che ha focalizzato i temi fondamentali dell’incontro connessi all’organizzazione territoriale del PCI e del tesseramento confermando il forte interesse riscontrato nel “nuovo” soggetto politico. A seguire l’intervento di Luca Battisti che ha posto l’accento sulle necessità storiche di riavere oggi un partito che si faccia lucido interprete della storia dell’intero movimento operaio e comunista italiano; dalla distruzione dei diritti dei lavoratori al peggioramento delle condizioni di vita dei cittadini causate dalle politiche neoliberiste intercorse negli ultimi decenni, passando per la difesa della Costituzione, oggi come ieri.

A chiudere gli interventi della presidenza un breve contributo di Andrea Sonaglioni che, prima di dirigere i lavori, ha sottolineato il bisogno di proseguire nei Castelli Romani il lavoro di radicamento sul territorio del PCI e dare così seguito alle direttive emerse dall’assemblea costituente del partito di fine giugno a San Lazzaro di Savena (Bologna).

A seguire quindi le innumerevoli testimonianze dei militanti accorsi, molte caratterizzate da entusiasmo e speranza, altre con un approccio più operativo per tradurre le tracce ideali in comportamenti pratici, altre ancora contenenti la denuncia delle svilenti condizioni delle fasce più deboli ed emarginate della società. Dopo una breve pausa pranzo l’incontro è proseguito con l’apporto dei contributi finali e della proposta di composizione del Comitato Federale che eleggerà al suo interno il nuovo segretario di federazione.

Per quanto attiene alla composizione dell’organismo dirigente di Federazione si è deciso di far pesare politicamente, all’interno dei 24 componenti, il lavoro politico e organizzativo già svolto. Così, ad esempio, le realtà di Marino, Genzano e Zagarolo avranno 4 componenti all’interno; Lanuvio 3, e così via, fino a comprendere tutte le realtà per una guida unitaria incentrata sul Centralismo Democratico.

Luca Battisti ha chiuso la giornata augurando buon lavoro alle compagne e ai compagni ed invitando tutti a partecipare alla manifestazione nazionale del PCI per il No al Referendum Costituzionale che si terrà sabato 15 ottobre presso la sala congressi Roma Eventi in Via Alibert 5/a, zona Piazza di Spagna (Roma).

Altri articoli che potrebbero interessarti:

1 Comment

  1. Prossimamente, dopo la prima riunione dell’organismo dirigente, previsto tra una decina di giorni, dettaglieremo priorità, iniziative e composizione completa della direzione politica. Intanto, è certo, che nei 24 componenti, i comunisti di Marino sono rappresentati da Sergio Santinelli, Maurizio Iagher, Stefano Enderle e Maurizio Aversa. Cioè l’intera Segreteria politica della sezione Enrico Berlinguer di Marino.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*