Le storie dell’angelo: a Marino là dove doveva esserci una vigna ora c’è … una città

di Gianna Santini –

Volando, volando, come sempre sulla mia amata Marino, in un maggio freddino e uggioso, ho osservato come consuetudine i miei amati fratelli umani nelle loro faccende quotidiane. Nel mio bel paese le elezioni amministrative bussano alle porte e fervono i preparativi per quella che voi chiamate “campagna elettorale” .

Noi angeli guardiamo incuriositi le vostre competizioni!

Gruppi di persone  si uniscono per poter governare la città per il bene della collettività. Quelli che voi chiamate partiti politici e liste civiche che si oppongono agli attuali governanti, si affannano per dimostrare che hanno fatto un cattivo lavoro e che loro sono migliori, più competenti e capaci.

Tutto questo sarebbe meraviglioso se fosse vero!

In questi giorni l’argomento centrale dei miei amati umani si focalizza su un tema molto importante per il pianeta Terra, e cioè l’Urbanistica e tutto ciò che ne consegue, quindi servizi, parcheggi, scuole, parchi, strade, ecc ecc.

E così le accuse reciproche di chi ha già governato in passato, di chi vuol governare per la prima volta  e di chi si vuole riconfermare,  echeggiano in ogni dove.

Dall’alto del cielo infinto … so chi dice il vero e chi, invece, vende solo fumo. …. ma noi angeli rispettiamo  il libero arbitrio umano …. non interveniamo nelle loro scelte, perché ogni anima ha la sua storia e il suo processo evolutivo, ogni anima in questo processo evolutivo può ricommettere gli stessi errori più volte prima che la lezione venga imparata.

Una cosa però la posso dire senza infrangere il decreto Divino: nella mia amata Marino, nella zona di Frattocchie, là dove doveva esserci una vigna ora c’è … una città!

 

 

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*