Pedalando verso il futuro … una deliziosa esperienza per scuola, associazioni, forze dell’ordine e amministrazione comunale partita da Frattocchie

Pedalando verso il futuro si è concluso sabato 6 giugno, con l’ultima di 6 uscite, al Complesso del Massenzio su via Appia antica con un’appassionata spiegazione di una fantastica e preparatissima relatrice e storica dell’arte. Ecco il commento del coordinamento degli organizzatori legato all’Istituto Comprensivo Primo Levi di Frattocchie.
Nato per promuovere la mobilità sostenibile – soprattutto in piccoli centri come il nostro – ed incentivare l’uso della bicicletta, questo progetto ha visto la partecipazione attiva e condivisa di scuola, associazioni, forze dell’ordine e amministrazione comunale.
In collaborazione con i Vigili Urbani di Marino sono stati installati dei cartelli lungo i percorsi individuati dai ragazzi e riportati nella brochure appositamente creata, tragitti che i ragazzi percorrono durante le loro uscite in bicicletta e a piedi.
L’obiettivo dell’installazione di questi cartelli è quello di sollecitare una maggiore accortezza e attenzione negli automobilisti e consentire ai giovani di potersi muovere in serenità per le strade del paese senza rischiare di essere investiti.
Hanno partecipato in totale più di 300 persone tra ragazzi famiglie e docenti.
Questa esperienza ha evidenziato quanto questo territorio sia estremamente ricco di storia, cultura, opere artistiche e ha dato anche l’opportunità di fruire di sport e educazione civica in sinergia garantendo giornate spensierate all’insegna della scoperta.
Tra i tanti attori e attrici del progetto ricordiamo la “BRC Bike Roma Club Associazione Sportiva Dilettantistica” che nasce con l’intento di aggregare e avvicinare le persone a questo meraviglioso sport, il ciclismo… Il presidente dell’associazione, il biker Maurizio Cervellini e il biker Daniele Ricci si sono occupati della formazione degli alunni di scuola secondaria. Hanno tenuto avvincenti lezioni di mobilità sostenibile, educazione stradale, uso consapevole della bici, caratteristiche delle biciclette da strada e mountain bike. La loro passione e irresistibile simpatia ha reso gli incontri piacevoli e stimolanti. Abbiamo alternato momenti di didattica sulla sicurezza stradale a momenti di svago con percorsi studiati per i più piccoli, per gli adolescenti e per gli adulti.
“Durante l’intera realizzazione del progetto i “nostri Angeli Bikers” (così soprannominati) non ci hanno mai lasciati soli, ci hanno accompagnati, sostenuti nelle salite e nei momenti più ardui (qualche gomma l’abbiamo bucata…) hanno reso le nostre passeggiate sicure e divertenti trasmettendo a grandi e piccoli l’amore per la bicicletta” – commenta la scuola.
Un ringraziamento speciale va ad Alberto di BICI & MOTORI SRLS che con la sua pazienza ha portato caschi e biciclette per coloro che ne erano sprovvisti dando la possibilità a tutti di poter partecipare affinché nessuno venisse escluso.
“Non credo ci vogliano molte parole per descrivere quanto può far bene un’esperienza condivisa, si impara molto di più e lo si fa in modo totalmente naturale ed efficace” – sostiene la Prof.ssa Barbara Balsamo coordinatrice del progetto.
Durante queste uscite abbiamo visto mamme e papà avventurarsi, bambini più piccoli dimostrare tenacia e spirito di condivisione, studenti e insegnanti dell’IC Santa Maria delle Mole che hanno accolto l’invito dei loro coetanei “primoleviani”, ragazzi e ragazze della Primo Levi curiosi e partecipi che insieme ad alcuni studenti del Liceo Foscolo di Albano Laziale, unitisi a noi, hanno animatamente partecipato al dibattito sull’Imperatore Massenzio e lo sport praticato nel suo circo.
Ci sono state risate, sfottò a chi tornava con la lingua a terra ma soddisfatto di avercela fatta 😊… parole di ammirazione verso chi riusciva a tenere in piedi la bicicletta anche sui basoli romani e la semplice voglia di addentare il panino del proprio compagno solo per la nutella 😊. Insomma, non è mancato proprio nulla si sono vissute emozioni e situazioni che non avremmo mai immaginato.
Un sentito ringraziamento va alla Dirigente Francesca Toscano che ha da subito creduto in questo progetto cercando di trovare sempre giusta alternativa alle mille difficoltà legate alla pandemia.
L’abbiamo vista in sella ad una bicicletta insieme ai suoi bambini e bambine, ragazzi e ragazze, attraverso il suo inconfondibile stile che rende questa scuola viva, partecipe e sempre aperta ad ogni costruttiva azione.
Ma non finisce qui…

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*