Ancora sull’ex Ostello: il commento del Presidente del Comitato “Avanti Marino”

— Ivano Moretti, l'inquisitore di Stefano Cecchi

Riportiamo di seguito il commento ricevuto dalla nostra redazione dal Dott. Ivano Moretti, Presidente Comitato cittadino “Avanti Marino”, in merito all’articolo “Marino e l’ospitalità“, pubblicato il 23 febbraio scorso.
Vogliamo presentarlo anche con un articolo dedicato per dare risalto alle argomentazioni del Dott. Moretti – sebbene come testata e intera redazione Noi Cambiamo sentiamo di non avere nulla da rimproverarci, avendo sempre dato spazio alle iniziative che egli ha promosso sull’ex Ostello, così come a tutte le iniziative da noi ritenute ‘sane’ promosse dai cittadini.

Sulla questione “ostello” sembra sfuggire all’autore del pezzo “Marino e l’ospitalità”, che il Comitato cittadino “Avanti Marino”, promotore della petizione popolare (700 firme), ha sollevato altresì altri problemi che dovranno essere risolti dall’amministrazione Cecchi, cui non sarà consentito di continuare a fare finta di niente, a discapito della Comunità marinese, tutta !!
Tra i più rilevanti ricordiamo:
1) Il rispetto della Costituzione (e del regolamento comunale) che pone la partecipazione del cittadino come valore fondamentale;
2) il conflitto d’interessi di un consigliere comunale (ma ce ne sono anche altri che il Comitato “Avanti Marino” sta valutando e di cui nessuno, in consiglio comunale, sente il dovere istituzionale di sollevarli! Perché?), contestato anche alla Prefettura di Roma (e non solo), il quale è stato denunciato anche dal PSI che in proposito ha richiesto la convocazione del consiglio comunale, che si sarebbe dovuto già convocare, a garanzia della imparzialità e legalità dell’ente, ma che ancora non è stato convocato, ed anche in questo caso nessuno dice niente né dal versante della maggioranza né da quello dell’opposizione. Strano no?
Come Comitato cittadino “Avanti Marino” ci domandiamo, e domandiamo alle forze politiche locali (tutte) ed ai mezzi d’informazione, se la Democrazia e la Legalità nel Comune di Marino siano oramai un concetto relativo che ognuno può considerare e imporre a proprio piacimento, in palese potenziale violazione della Carta costituzionale, ma anche, addirittura, dei regolamenti comunali approvati dagli stessi consiglieri comunali, con la silenziosa arrendevole accettazione di chi, dall’opposizione, dovrebbe dire e fare ben altro, per rispetto dei cittadini cui far immaginare una possibile e credibile alternativa al deprecabile status quo.

Ivano Moretti
Presidente Comitato cittadino “Avanti Marino”.

Caro Dott. Moretti no, non è sfuggito nulla alla redazione nell’articolo che lei commenta. La Redazione ha semplicemente inteso avanzare una proposta alla Giunta comunale per uscire dallo stallo e tentare di risolvere una questione che sta a cuore a noi come a Lei, sulla quale nel tempo abbiamo ripetutamente scritto. Al conflitto di interessi da Lei denunciato, caro Moretti, abbiamo già dedicato un duro articolo, così come ci siamo spesi come Lei per denunciare le inefficienze e le reticenze di un’Amministrazione che omette di convocare i consigli e quando lo fa “impacchetta” le interrogazioni, limitando l’esercizio democratico garantito alle opposizioni nell’interesse della cittadinanza.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*