Comitato Aeroporto: raccolta firme, sit-in davanti al Ministero Ambiente e intervento pubblico dei politici il 6 aprile

© Tutti i diritti riservati dall'autore. Vai al sito originale.

Con l’ennesima iniziativa di protesta e di proposta il Comitato per la Riduzione dell’Impatto Ambientale dell’Aeroporto di Ciampino (CRIAAC) lancia una raccolta firme lampo e un sit-in di protesta davanti al inistero dell’Ambiente a Roma per il 6 aprile prossimo, dalle 15 alle 18. Con il supporto di molte associazioni locali, il CRIAAC ha anche invitato pubblicamente i politici locali, regionali e nazionali a presentarsi al sit-in del 6 aprile e prendere brevemente la parola al microfono nella manifestazione tenuta dalle associazioni sotto al Ministero dell’Ambiente a via  Cristoforo Colombo 44.

La richiesta del CRIAAC è semplice: riduzione immediata dei voli e ritorno alla legalità nell’aeroporto di Ciampino. Hanno aderito all’iniziativa del CRIAAC molte associazioni e comitati locali: Cinecittà Bene Comune, Ciampino Bene Comune, Circolo Legambiente Appia Sud “Il Riccio”, Città in Comune _ Ciampino, Associazione per il Cambiamento _ Marino, Comitato di Quartiere Santa Maria delle Mole.

In questa occasione” specifica il portavoce del CRIAAC “consegneremo un appello indirizzato al ministro dell’ambiente, Galletti, affinché agisca, sulle due procedure in corso presso il suo ministero, per la immediata riduzione dei voli e il rientro nella legalità dell’aeroporto di Ciampino.”

I fogli di raccolta firme che stanno circolando tra le associazioni e i cittadini di Ciampino, Marino e Roma sono qui scaricabili: si possonostampare, compilare e far riavere al CRIAAC o direttamente giovedì 6 aprile alle ore 15 davanti al Ministero Ambiente o martedì 4 aprile a Santa Maria delle Mole (via niccolò Tommaseo sede del Comitato) dalle 20,30 alle 22,30 o contattando via mail il CRIAAC a ti.on1566715970ipmai1566715970cotro1566715970porea1566715970otati1566715970moc@o1566715970fni1566715970 .

thumbnail of locandina 6 Aprile CRIAAC

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*